L’uomo: un mistero

Lib1Non possiamo che partire da noi stessi. Tutto ciò che per ognuno di noi esiste è dato da ciò che il cervello è in grado di ricostruire sulla base degli input che gli arrivano dal mondo esterno, e dalle sue capacità, determinate dalla “cassetta degli attrezzi” (la ‘dotazione di base’ di tutti) e dalla storia esperienziale di ognuno.

Ma come fa la massa grigia del cervello a darci la coscienza delle cose che ci circondano, a produrre queste “ricostruzioni” del mondo là fuori? Come mai molti nostri modelli mentali hanno qualità così belle e piacevoli? Come fanno a permettere all’uomo di fare tutte le cose – alcune strabilianti, altre meno – che è in grado di fare?

Si sostiene spesso che la scienza non si occupi dei perché bensì dei come. Ma stavolta non ha la minima idea di come tutto questo possa avvenire. E’ il mistero dell’anima – e dunque dell’uomo – che ci lascia senza fiato.

da “Manifesto per scettici (ma non troppo) in cerca di Dio”

Annunci

Info giovannistraffelini
Docente Facoltà di Ingegneria Università di Trento. Editorialista del Corriere del Trentino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...